Devi fare l'upgrade a Flash Player clicca qui
HOME - VIDEOCATALOGO - PRE-ISCRIZIONE - CONTATTI - LINKS - AREA RISERVATA - CREDITSITALIANO - ENGLISH

Cesare Bastelli

nato il: 09/10/1949
indirizzo: via Zambeccari 50, Castello D'Argile (BO)
telefono: +39 051977306
cellulare:
email: studiocinema@libero.it
sito web:
opere presenti: A est di dove (serie)
BIOGRAFIA:
Cesare Bastelli è nato a Modena e cresciuto a Bologna. Ora vive nella campagna della pianura fra Bologna e Ferrara.
Dopo esperienze nel teatro di sperimentazione, tra gli anni ‘70 e ’80, collabora con Lucio Dalla, curando le luci e i filmati, l'allestimento scenico e il suono dei suoi recitals teatrali. Frequenta il corso di laurea in Discipline dello Spettacolo (DAMS). E' aiuto regista di Pupi Avati e per lui lavorerà in questo ruolo in una quindicina tra film e sceneggiati, praticamente in tutta la produzione del regista fino all'86 . E' aiuto regista anche di Marco Bellocchio ("Gli occhi la bocca"), di Roberto Faenza ("Si salvi chi vuole"), di Marco Ferreri ("Chiedo Asilo" e "Il futuro è donna"), di Gianfranco Mingozzi, Marco Leto e altri.
Inizia professionalmente l'attività di direttore della fotografia nei primi anni '80 girando alcuni documentari per RAI 3 e la Regione Emilia Romagna.. Firma anche come operatore, in pellicola e in elettronico, i primi video musicali Italiani (Lucio Dalla, Luca Carboni, Spagna, Stadio, Ron, Tozzi, ecc.).
Come direttore della fotografia si dota di una agile attrezzatura tecnica personale comprendente materiale elettricisti, macchinisti e gruppo elettrogeno e forma una squadra professionale che opera soprattutto nelle produzioni in Emilia Romagna. Inoltre acquista, fra i primi in Italia, una macchina Lightworks per montaggio cinematografico digitale off line in società con Paolo Cottignola che monterà con essa film di Ermanno Olmi, Maurizio Zaccaro, Carlo Mazzacurati e altri.
OPERE:
Presenta alla Mostra del Cinema di Venezia la sua opera prima come regista: “Una domenica sì" (1986).
Firma la regia e la fotografia di un episodio del film "Sposi" con Elena Sofia Ricci (1987).
Dirige per RAI Uno 35 puntate di una serie di "situation comedies" dal titolo "E' Proibito Ballare'(1988) con passaggi TV su Rai 1.
Dirige e produce una serie di telefilm per ragazzi (16 episodi complessivi) destinati all' home video, ispirati al catechismo e distribuiti dalla Sampaolo Film. Di questi telefilm è anche direttore della fotografia (1989/1991).
Anni '90 - 2000 Realizza per Telemontecarlo "Clarissa, Riccardo & C." una serie in quaranta puntate di mini film verità (1991).
Dirige la fotografia della parte italiana del film Tv di Piero Schivazappa “Un Amore Americano”, con Brooke Sheelds, ambientato negli Usa (1991). Dirige la fotografia di "Magnificat" di Pupi Avati. Per questo film ottiene una "nomination" ai Globi D'Oro e partecipa, rappresentando l'Italia, al Festival della Fotografia di Torun (Polonia) diretto da Vittorio Storaro (1992).
Gira negli Stati Uniti, come direttore della fotografia "L'amico d'infanzia"- Avati e, sempre negli Usa, il thriller "La stanza accanto» di Fabrizio Laurenti (1993).
Dirige la fotografia di Io e il re di Lucio Gaudino, con Franco Nero e Laura Morante, presentato a Venezia e di "L'arcano incantatore" di Avati, proposto invece a Cannes (1995).
E’ co regista, insieme a Fabrizio Costa e co direttore della fotografia, insieme a Mauro Marchetti, nella Produzione Lux Vide “Uno di noi”. 12 film per RAI Uno, France 2 e Beta tedesca. Troupe e mezzi tecnici (della seconda unità) sono dello stesso Bastelli (1996).
E’ Direttore della fotografia del film "La via degli angeliI” di Avati.
Realizza e produce 90 interviste documentario e co dirige la soap opera "Caro domani" per l'emittente satellitare Sat 2000 (1999).
Nel 2000/2001 è direttore della fotografia nella fiction televisiva Mediaset "Sei forte maesrto” (Seconda unità) per l'Aran endemoll.
Nel 2002 firma la fotografia del film "Anime", primo film italiano girato in Sony Cinealta Alta Definizione prodotto dalla Matteo Cinematografica di Roma.
Nel 2005 firma la fotografia del film “Per non dimenticarti” di Mariantonia Avati distribuito dall’Istituto Luce.
Nel 2006 realizza 20 puntate di “A est di dove”, film documentari sui Balcani per Sat 2000.

 
© Emilia-Romagna Film Commission / Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna / D.E-R Documentaristi Emilia-Romagna - Cookie